Privacy Policy
Home / Wellness / Sport e disidratazione: quando e come l’acqua ci aiuta

Sport e disidratazione: quando e come l’acqua ci aiuta di Dario Cerasola

Arriva la bella stagione e le temperature si alzano, ed è importante fare attenzione alla disidratazione, soprattutto per chi fa sport. L’acqua per il genere umano è un elemento fondamentale, senza di essa la vita non potrebbe esistere. Basti pensare che il nostro corpo è composto per la maggior parte d’acqua, circa il 60% nei maschi e circa il 55% nelle donne. In condizioni di riposo a temperatura mite, le perdite di liquidi, sono di circa 1ml al minuto, mentre praticando una attività fisica può arrivare fino a 25ml al minuto.

Eliminazione di calore

Facendo del movimento fisico la nostra temperatura aumenta per effetto della produzione di energia a livello cellulare. Questo calore viene “eliminato” attraverso dei meccanismo che mantengono la temperatura corporea entro i limiti fisiologici. Nel nostro corpo la perdita di calore nel corpo umano avviene per conduzione (dalla parte più interna verso la parte più esterna del corpo), convenzione (scambio di calore a livello superficiale tra aria e pelle), traspirazione ( evaporazione del sudore cutaneo) espirazione (calore eliminato attraverso la respirazione).

Idratazione e sport

Per una prestazione ottimale, o comunque per praticare esercizio fisico in sicurezza, introdurre liquidi, senza esagerare, prima di iniziare uno sforzo (circa 30-40 min). Componenti fondamentali per una corretta idratazione sono: valutare il tipo di sforzo, tipo di esercizio e caratteristiche ambientali. Tuttavia in linea generale è consigliato assumere circa 200/300ml ogni 15/20min. Alla fine dell’esercizio è importante riequilibrare il tutto per non rimanere disidratati, perché la disidratazione può portare ad effetti collaterali importanti.

 

  • 1% di peso perso = aumento della  temperatura corporea
  • 3% di peso perso = diminuzione della prestazione fisica
  • 5% di peso perso = disturbi generali
  • 7% di peso perso = disturbi alla vista
  • 10% di peso perso = collasso cardio-circolatorio

Cosa bere

Preferire sempre acqua a temperatura lievemente refrigerata o se si è perso una considerevole quantità di liquidi associare bevande con aggiunta di sali, che ci permetteranno di recuperare la quantità persa. E comunque un consiglio è quello di cercare anche nel bere di non esagerare. Infatti, un iper-assunzione di liquidi potrebbe portare ad una alterazione elettrolitica.

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.