Privacy Policy
Home / Salute in pillole / Salute: la supplementazione con fibre alimentari può essere più efficace delle terapie farmacologiche

Salute: la supplementazione con fibre alimentari può essere più efficace delle terapie farmacologiche di Salvatore Corrao

Due importanti pubblicazioni del mese di gennaio gettano luce sull’importanza delle fibre nella dieta per migliorare gli esiti di salute. Si tratta di revisioni sistematiche della letteratura con meta-analisi di studi osservazionali e/o trial randomizzati controllati cioè l’apice della piramide delle evidenze.

Quindi non opinioni ma una sintesi delle prove di efficacia dimostrate con studi rigorosi e controllati.

La prima revisione sistematica ha individuato 28 studi randomizzati con gruppo controllo che hanno valutato l’effetto terapeutico della supplementazione dietetica con fibre viscose nei pazienti con diabete mellito tipo 2.

Questo studio ha dimostrato che una media di 13 grammi di supplementazione giornaliera di fibre viscose porta ad una riduzione dei livelli di HbA1c dello 0,58%. Bisogna sapere che la Food and Drug Admnistration (l’Agenzia americana che decide l’immissione in commercio dei farmaci) approva un farmaco per il diabete se riduce l’emoglobina glicata (HbA1c) almeno dello 0,3%.

Lo studio dimostra anche un miglioramento della sensibilità insulinica (ridotta nel paziente con diabete che presenta la cosiddetta insulino resistenza) e i valori di glicemia a digiuno.

La classificazione delle fibre alimentari meno nota le distingue in viscose e non. Non è perfetto sinonimo di solubilità o meno ma di capacità di formare un gel viscoso che favorisce il transito intestinale ammorbidendo le feci. Le fibre viscose sono contenute nell’avena, nei legumi, nella frutta e negli ortaggi e comprendono le pectine, i beta-glucani, la gomma di guar e le mucillagini.

Al contrario le fibre non viscose contengono lignina e cellulosa che rimagono intatte durante il transito intestinale fino al colon dove vengono digeriti dai batteri ivi presenti con produzione di gas.

La seconda revisione sistematica ha analizzato 185 studi prospettici e 58 trial controllati.

Gli studi osservazionali suggeriscono una riduzione dal 15 al 30% della incidenza di malattia coronarica, ictus cerebrale, diabete tipo 2, cancro colo-rettale e della mortalità di chi veniva catalogato come consumatore di un alto introito di fibre rispetto ad un basso introito. I trial clinici hanno mostrato una riduzione del peso corporeo, della pressione arteriosa e del colesterolo totale nello stesso tipo di consumatori di fibre. Il quantitativo di fibre che indicava un elevato introito giornaliero andava da 25 a 29 grammi.

Risultati simili hanno riguardato l’uso del frumento integrale. Non sono risultati significativi i dati che riguardavano la qualità dei cibi che contenevano carboidrati catalogati sulla base dell’indice o del carico glicemico. Basterebbe quindi un buon consumo di fibre alimentari per ottenere risultati straordinari nell’ambito della nostra popolazione, migliorandone gli esiti di salute, la qualità della vita e i costi sanitari.

Un sistema sanitario attento dovrebbe investire in campagne educazionali efficaci ed efficienti per migliorare la salute della propria popolazione e per rendere più sostenibile lo stesso sistema.

 

ESEMPIO:

A sample 20-g fiber breakfast recipe: 1/2 cup bran (10 g), 3 dried figs (10 g). Make palatable with soy/almond milk (1 g fiber), 1 tbsp brown sugar for taste, and 1 tbsp of cinnamon (slows absorption of sugar).
Other high-fiber foods: 1 apple or pear (5 g), 1 cup raspberries (8 g), 1 cup raisin bran (5 g), 2 Brazil nuts (2.5 g), 23 almonds (3.5 g), 1 cup peas (16 g), 1 cup black beans (15 g), 1 artichoke (10 g), 1 cup broccoli (5 g).

References

  1. Jovanovski E, Khayyat R, Zurbau A, et al. Should viscous fiber supplements be considered in diabetes control? Results from a systematic review and meta-analysis of randomized controlled trials. Diabetes Care. 2019 Jan 7. doi: 10.2337/dc18-1126. [Epub ahead of print.] http://care.diabetesjournals.org/content/early/2019/01/03/dc18-1126.long
  2. Parretti HM, Aveyard P, Blannin A, et al. Efficacy of water preloading before main meals as a strategy for weight loss in primary care patients with obesity: RCT. Obesity (Silver Spring). 2015;23(9):1785-1791. https://onlinelibrary.wiley.com/doi/full/10.1002/oby.21167
  3. Reynolds A, Mann J, Cummings J, et al. Carbohydrate quality and human health: a series of systematic reviews and meta-analyses. Lancet. 2019 Jan 10. doi: 10.1016/S0140-6736(18)31809-9. [Epub ahead of print.] https://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(18)31809-

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.