Privacy Policy
Home / News / “Oltre gli ostacoli”: all’Istituto Zootecnico i ragazzi autistici faranno pet therapy gratis | Video servizio

“Oltre gli ostacoli”: all’Istituto Zootecnico i ragazzi autistici faranno pet therapy gratis | Video servizio di Veronica Gioè

 

Guarda in alto il video servizio

E’ stato presentato all’Istituto sperimentale zootecnico per la Sicilia il secondo step del progetto “Oltre gli Ostacoli”, iniziativa questa rivolta agli adolescenti con disturbi dello spettro autistico. Intervenuti tra gli altri alla presentazione del progetto anche Giuseppe Labita, presidente dell’Associazione People Help the People, della dottoressa Giovanna Gambino, Garante regionale per la Disabilità. In questa iniziativa oltre a ParlAutismo onlus sono coinvolti anche la cooperativa Nuova Sair e l’associazione People Help The People e sarà l’Asp di Palermo a gestire le richieste di accesso al servizio, il percorso terapeutico ‘diverso’ ed innovativo che consisterà in sedute di 35 minuti ciascuna.

Si tratta di un percorso caratterizzato dalla pet therapy e riabilitazione equestre, un progetto che è stato possibile realizzare grazie al supporto dell’assessorato regionale all’agricoltura guidato da Edy Bandiera che il 2 aprile di quest’anno, in occasione della Giornata mondiale dell’autismo fece una promessa che oggi è diventata realtà “Abbiamo il dovere di declinare in chiave moderna quella che era la nostra agricoltura tradizionale e che invece deve occuparsi in modo proficuo di tutta una serie di aspetti legati anche al sociale. Avevamo e abbiamo l’Istituto Zootecnico che come è noto non versava in condizioni ottimali, nel recente passato abbiamo fatto in modo che diventasse un vero e proprio laboratorio ambientale e quindi avevamo già avviato il primo step di questo progetto per andare incontro alle esigenze  dei soggetti più fragili della nostra comunità”.

L’impegno preso dall’assessore Bandiera il 2 aprile oggi vede la sua realizzazione – afferma Rosi Pennino, presidente di ParlAutismo onlus –  parte la seconda fase rivolta agli adolescenti, un passo importante perchè sappiamo che nelle fasi di crescita per un ragazzo autistico i servizi a loro dedicati sono quelli che mancano e sono quelli su cui bisogna fare ancora tanto e noi siamo qui per testimoniare un modello che vogliamo diventi consolidata e vogliamo esprimere agli assessorati di competenza e le Asp territoriali“.

“La pet therapy e la riabilitazione equestre sono molto costosi e molte famiglie vi rinunciano per motivi economici perchè devono affrontare altre spese mediche che incidono pesantemente sul bilancio familiare. Invece, oggi grazie al supporto dell’assessorato all’agricoltura per queste famiglie e per questi ragazzi si apre una nuova possibilità“, conclude la Pennino.

 

 

 

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.