Privacy Policy
Home / Wellness / Il metabolismo energetico del corpo umano: come e quando si bruciano i grassi?

Il metabolismo energetico del corpo umano: come e quando si bruciano i grassi? di Dario Cerasola

Il metabolismo non è altro che l’insieme delle reazioni chimiche che avvengono all’interno del nostro organismo che determinano il consumo calorico. In termini più semplici, la quantità di calorie che brucia il corpo per l’intera giornata. Questo dipende da due fattori, il metabolismo basale per circa il 60-70% e dalla quantità di movimento che viene effettuata durante il giorno 30-40%. Il metabolismo basale è la quantità di energia (calorie) che il nostro corpo consuma in condizione di base, cioè sveglio ma senza svolgere nessun tipo di attività muscolare (a riposo sdraiato), in un locale con temperatura mite.

Tra i fattori che modificano  il metabolismo troviamo: le condizioni di salute (Es. la febbre: il metabolismo aumenta di circa il 13% per ogni grado centigrado di aumento della temperatura corporea), lo stress cronico, la gravidanza e l’allattamento. Nicotina e caffeina aumentano il metabolismo energetico e fra i farmaci che producono tale effetto, si segnalano i simpatico mimetici e le anfetamine, che però hanno effetti collaterali tali da non poter essere impiegati per sfruttare questo effetto con l’obiettivo di ridurre il peso.  Anche la crescita di età determina modifiche nel metabolismo, infatti fino all’età di 22-28 anni il metabolismo aumenta per poi stabilizzarsi e decrescere.  Gli ormoni tiroidei (T3 e T4) contribuiscono a stimolare il metabolismo basale e, in presenza di ipotiroidismo, esso si può ridurre, favorendo un aumento di peso.

Bisogna tenere presente che, fra i fattori che aumentano la massa magra, c’è l’attività fisica, mentre fra quelli che la riducono ci sono la sedentarietà e la minore introduzione di calorie. Quest’ultima soprattutto quando è poco equilibrata e protratta nel tempo (es. diete prolungate o esagerate).

Tutti gli organi e tessuti dell’organismo consumano energia e partecipano al metabolismo energetico basale, ma la maggior “centrale energetica” è la massa muscolare.

Quindi aumentare la massa muscolare (massa magra) significa aumentare il metabolismo.

Pertanto una buona dose di esercizio fisico che preveda:

  • Fare tre o quattro allenamenti alla settimana di durata non inferiore ai 30-40 minuti.
  • Fare attività che stimolino il metabolismo aerobico con allenamenti di intensità pari al 70-75% della Frequenza Cardiaca max (FCmax).
  • Fare esercizi che stimolino quello anaerobico con allenamenti di interval training.
  • Eseguire delle sedute di tonificazione muscolare. Questo allenamento è un potentissimo stimolo per la secrezione di ormoni anabolici; e contribuirà ad accelerare notevolmente il tuo metabolismo.
  • Cambiare il programma di allenamento, favorendo nuovi stimoli al nostro corpo.
  • Anche l’alimentazione può aiutarci.

Sviluppato, Gestito ed ottimizzato da Coffice s.r.l.