Privacy Policy
Home / Dalla politica

Dalla politica

Sanità, nomine Policlinici: ecco i possibili candidati per Palermo, Catania e Messina

policlinico palermo

Dovrebbero arrivare già nel giorno dell’Immacolata le nomine dei manager dei Policlinici, al più tardi lunedì. Si attende la convocazione della giunta regionale per le designazioni dei direttori generali delle strutture ospedaliere universitarie. Nei giorni scorsi si sarebbe rinsaldata l’intesa sulla terna di nomi proposta da ciascuno dei rettori delle Università Siciliane, tanto da potere rendere ufficiale la lista proprio a ridosso delle vacanze natalizie. Al Policlinico di Palermo dovrebbe andare Carlo Picco, direttore sanitario dell’Areu, l’azienda per l’emergenza urgenza della Lombardia e, fino a gennaio 2016, direttore sanitario della Asl Torino 3. Un Papa straniero, dunque, nel capoluogo siciliano. I giochi dovrebbero essere fatti anche per il Policlinico di Messina, dove dovrebbe essere nominato Giuseppe Laganga, attuale commissario straordinario della stessa struttura. Per quanto riguarda, invece, il Policlinico di Catania, si fa il nome…

Asp e ospedali: pubblicati gli elenchi degli idonei per i ruoli di direttore amministrativo e sanitario in Sicilia

assessore regionale alla salute

Dopo i direttori generali, la Regione siciliana ha avviato le procedure per la nomina dei direttori amministrativi e dei direttori sanitari delle aziende e delle strutture della sanità siciliana. Dopo la deliberazione della Giunta regionale che ha individuato nei giorni scorsi i nuovi direttori generali, l’Assessore regionale alla Salute Ruggero Razza ha firmato il decreto che contiene l’elenco dei soggetti ritenuti idonei a ricoprire il ruolo di direttore sanitario e amministrativo delle Aziende sanitarie e ospedaliere. Complessivamente 226 nomi, quelli degli aspiranti selezionati, 141 per il ruolo di direttore sanitario e 85 per quello di direttore amministrativo. Come previsto dalla legge, spetterà ai direttori generali di ciascuna Azienda individuare le figure apicali da destinare alle rispettive direzioni. Qui tutti i nomi della lista degli aspiranti direttori amministrativi, mentre qui idonei a ricoprire il ruolo di direttore…

Vaccino antinfluenzale: in Sicilia gratis anche per i donatori di sangue

Al via la vaccinazione antinfluenzale gratuita anche per i donatori di sangue e per i loro familiari. Lo stabilisce un decreto dell’assessore alla Salute Ruggero Razza che ha deciso di offrire una maggiore tutela dal rischio di contrarre l’influenza stagionale a chi dona il proprio sangue per salvare vite umane. In particolare la Regione Siciliana inserisce i donatori di sangue tra i soggetti che la circolare ministeriale del 29 maggio 2018 riconosce svolgere un ruolo sociale e che pertanto possono gratuitamente accedere alla vaccinazione. Una circolare dell’assessorato estende inoltre lo stesso beneficio alle persone che si trovano a stretto contatto con i donatori con l’obiettivo di una ulteriore cautela. E’ stato richiesto ai Direttori dei Servizi Trasfusionali ed ai rappresentanti delle Associazioni Donatori Sangue, di rendere noto a tutti…

Designati i nuovi manager della sanità siciliana. Ecco i nomi

nello musumeci

La giunta del governo regionale ha deliberato le designazioni dei nuovi manager della sanità siciliana, scegliendo i nomi dalle short list precedentemente pubblicate, così come previsto dalla normativa vigente. “La Sicilia – si legge in una nota – è la seconda regione d’Italia ad avere applicato la cosiddetta ‘Riforma Lorenzin’ che pone alla politica vincoli più stringenti nei criteri di scelta. Inoltre – su indicazione del presidente Nello Musumeci – è stato chiesto ai candidati di rilasciare un’autocertificazione relativa a ‘parentele pericolose’ e a eventuali condanne o procedimenti in corso in sede penale. Il criterio seguito dal governo è stato quello di non riconfermare nei propri ruoli coloro che erano stati designati dal precedente governo”. La designazione relativa ai vertici dei tre Policlinici universitari di Palermo, Catania e Messina è…

Ospedale San Marco di Catania verso il completamento dei lavori

Dopo il taglio del nastro del nuovo pronto soccorso del Policlinico di Catania l’attenzione adesso si sposta sull’ospedale San Marco, dove nei giorni scorsi è stata testata la tenuta antisismica. Una complessa operazione che rientra nei canoni previsti nelle fasi conclusive di un cantiere di un’opera pubblica innovativa come il costruendo ospedale. L’assessore alla Salute, Ruggero Razza ha detto che l’intervento della Regione mediante l’Irfis è stato determinante per accelerare i lavori del cantiere del “San Marco” e per evitare ulteriori lungaggini. LEGGI ANCHE: Policlinico di Catania: inaugurato il nuovo pronto soccorso  

Sanità, regioni: “Bene il ministro Grillo sull’istituzione di un tavolo sulla spesa dei farmaci”

aifa

“Sul fronte sanità qualcosa si sta muovendo. E’ arrivata l’adesione del ministro della Salute Giulia Grillo alla proposta di istituire un Tavolo permanente che affronti da subito i temi della governance del farmaco, della spesa farmaceutica e delle ricadute rispetto a possibili sforamenti dei previsti tetti di spesa. E’ questo un fatto positivo nel rapporto Governo-Regioni“. Lo sottolineano in una nota il presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini e l’assessore Antonio Saitta (Coordinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni). “Il ministro Giulia Grillo ha assicurato che il Tavolo partirà già la prossima settimana e si è mostrato disponibile ad individuare in maniera condivisa le misure necessarie per il miglioramento dei servizi e il contenimento dei costi“, spiegano Bonaccini e Saitta. “Quanto all’idea di…

Sanità siciliana, i candidati manager: “Dovranno dichiarare di non avere parentele mafiose”

ruggero razza

L’assessorato alla Salute ha inoltrato una richiesta a tutti i candidati manager delle Aziende sanitarie e ospedaliere siciliane, una dichiarazione autenticata con la quale ciascuno dovrà rendere noto se imputato o indagato in procedimenti penali o sottoposto a procedimenti innanzi alla Corte dei Conti. Ciascun candidato dovrà inoltre dichiarare di non essere sottoposto a misure di prevenzione ai sensi del codice antimafia e di non avere parenti entro il secondo grado imputati o condannati per associazione mafiosa o delitti aggravati dall’art. 7 D.L. 52/91. “Lo spirito dell’iniziativa – spiega l’assessore alla Salute, Ruggero Razza – nel momento in cui la Giunta di governo sarà chiamata a scelte di natura discrezionale, è legata alla volontà di conoscere il profilo individuale di ciascun candidato, anche in relazione a circostanze che, nell’ambito di una procedura…

1 2 3 7